Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per rendere migliore la navigazione e per fornire le funzionalità di condivisione sui social network. Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati, su come disabilitarli o negare il consenso all’utilizzo leggi l’informativa. Proseguendo nella navigazione presti il consenso all’uso di tutti i cookie.Informativa Cookie policyOK


Attendere  Elaborazione in corso, attendere prego...

Adempimenti a cura dell'INAIL/Contenuti

Da Camera di Commercio di Milano MonzaBrianza Lodi.


  • Avvertenze Generali

     

    Le presenti indicazioni sono di carattere generale e hanno lo scopo di chiarire ed indirizzare l’utente riguardo gli adempimenti nei confronti dell’INAIL. 
    Per gli ulteriori approfondimenti si rinvia alla consultazione del sito www.inail.it o alle sedi INAIL competenti sul territorio.

    L'utilizzo della comunicazione unica non è previsto nei seguenti casi:
    · per le nuove iscrizioni/variazioni di soggetti che non sono imprese i quali possono utilizzare la denuncia di iscrizione on line sul sito www.inail.it Punto cliente; 
    · per i soggetti con polizze speciali che continueranno ad inviare le comunicazioni tramite i canali in uso attualmente (denuncia cartacea a qualsiasi Sede INAIL).
    · Sono escluse le variazioni inerenti il rischio assicurato ai sensi dell'applicazione delle Tariffe dei premi nonché i dati retributivi.

     



  • Requisiti soggettivi e oggettivi

     

    L’obbligo assicurativo ricorre in presenza di entrambi i requisiti che sono individuati dal Testo Unico 30 giugno 1965 n. 1124

    art. 4 requisito soggettivo che individua le persone da assicurare
    sono assicurati all’INAIL in linea generale, tutti coloro che, addetti ad attività rischiose, svolgono un lavoro comunque retribuito alle dipendenze di un datore di lavoro, compresi i sovrintendenti ai lavori, i soci di società e cooperative, i famigliari coadiuvanti, gli apprendisti, gli artigiani, gli associati in partecipazione ecc.
    Inoltre ai sensi degli artt. 4, 5 e 6 del decreto legislativo n°38/2000 anche i soggetti appartenenti all'area dirigenziale, i lavoratori parasubordinati e gli sportivi professionisti dipendenti.
    art. 1 requisito oggettivo che definisce le attività rischiose
    · le attività svolte con macchine non mosse direttamente dal lavoratore, con apparecchi a pressione e con impianti elettrici o termici; 
    · le attività svolte in ambienti organizzati per opere e servizi in cui si fa uso di tali macchine; 
    · le attività complementari o sussidiarie alle attività rischiose. 
    Inoltre la legge indica specificamente un elenco di lavorazioni per le quali c’è una presunzione assoluta di rischio, ad esempio: lavori edili e stradali, esercizio di magazzini e depositi, nettezza urbana, vigilanza privata, trasporti, allestimento, prova o esecuzione di pubblici spettacoli, ecc.

     




  • Termini per le denunce

     

    Il riferimento normativo è l’art. 12 del citato T.U (come modificato dal D.M. 19 settembre 2003 G.U. n. 235 del 9 ottobre 2003)

     



  • Iscrizioni

     
    Il rapporto assicurativo ha inizio con la denuncia all’INAIL dell’attività esercitata. 
    Il datore di lavoro, deve darne comunicazione all’INAI, contestualmente all’inizio dell’attività. . 
    Se, per la natura dei lavori o per l’urgenza del loro inizio, non è possibile fare la denuncia contestuale, la comunicazione può essere effettuata entro i 5 giorni successivi all’inizio delle attività, motivando il ritardo. (solo per casi eccezionali)




  • Variazioni


    · le variazioni anagrafiche inerenti il codice ditta (ragione sociale con codice fiscale invariato, legale rappresentante, sede legale, ecc.);
    · le variazioni consistenti in aperture e cessazioni di PAT correlate alle sedi dei lavori esercitati;
    · la cessazione del codice ditta per cessazione dell’attività.
    La comunicazione deve essere effettuata non oltre il trentesimo giorno successivo a quello in cui è intervenuta la variazione.




  • Modulistica

     

    Denuncia di iscrizione ditta
    L’ impresa non artigiana deve compilare i seguenti quadri della denuncia di iscrizione ditta: A A1 B C C1, inoltre se assicurano soci, familiari, associati in partecipazione anche il quadro P.
    L’ impresa artigiana con dipendenti compila anche i quadri B e D1 per assicurare il titolare i familiari e gli associati in partecipazione. (Non deve compilare il quadro P).
    L’ impresa artigiana senza dipendenti compila i quadri A A1 B D D1.
    Le imprese che devono provvedere all’assicurazione supplementare per il rischio silicosi/asbestosi compilano anche il quadro O.

    Denuncia di variazione ditta
    -Variazione anagrafiche di: ragione sociale (con codice fiscale invariato), legale rappresentante, sede legale quadro V
    -Cessazione pat ( posizione assicurativa territoriale correlata alla sede di lavoro ) e cessazione ditta per fine attività ( o anche per perdita dei requisiti di assicurazione ): modello denuncia di cessazione.
    -Apertura posizione assicurativa territoriale (pat): quadri B C C1 della denuncia di iscrizione.

     





Approvazione articolo In bozzaIn verificaIn supervisioneApprovato