Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per rendere migliore la navigazione e per fornire le funzionalità di condivisione sui social network. Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati, su come disabilitarli o negare il consenso all’utilizzo leggi l’informativa. Proseguendo nella navigazione presti il consenso all’uso di tutti i cookie.Informativa Cookie policyOK


Attendere  Elaborazione in corso, attendere prego...

Avvertenze generali

Da Camera di Commercio di Milano MonzaBrianza Lodi.

Adempimenti RI/REA

 NORMATIVE:
ART 2519 C.C. (Norme applicabili)
“Alle società cooperative, per quanto non previsto dal presente titolo, si applicano in quanto compatibili le disposizioni sulla società per azioni.
L’atto costitutivo può prevedere che trovino applicazione le norme sulla società a responsabilità limitata nelle cooperative con un numero di soci cooperatori inferiore a venti ovvero con un attivo dello stato patrimoniale non superiore ad un milione di euro”.






Poni un quesito da aggiungere a questa pagina

Per poter utilizzare questa funzione devi effettuare l'accesso al Wiki. Se non hai ancora l'accesso: Registrati.


FAQ

Nessun contenuto disponibile.



Come fare


L'ALBO DELLE SOCIETA' COOPERATIVE


  • Che cos’è?

    L'Albo delle Società  Cooperative sostituisce i Registri Prefettizi e lo Schedario Generale della cooperazione. E'  gestito con modalità  informatiche dal Ministero delle Attività  Produttive che si avvale degli uffici delle Camere di Commercio.

    Il termine ultimo per la presentazione della domanda di iscrizione all' Albo era il 31 marzo 2005 (sia per le società  cooperative a mutualità  prevalente che per le cooperative diverse da quelle a mutualità  prevalente ) ( D.M. 23.6.2004 pubblicato nella G.U. n. 162 del 13.7.2004 e Circolare attuativa del 6.12.2004 per la disciplina delle modalità  di iscrizione ) .



  • soggetti tenuti alla domanda

    Il Ministero elenca in modo esclusivo quali sono gli enti che si debbono iscrivere all'Albo. Essi sono:Società Cooperative,  Società  Cooperative Consortili,  Società   Cooperative Sociali,  Consorzi di Società  Cooperative Consorzi di Società  Cooperative Sociali Banche di Credito Cooperativo Consorzi Agrari e Banche Popolari.

    Se il Modulo C17 di iscrizione all'Albo,  relativo a soggetti diversi da quelli indicati, la pratica è irricevibile.Le piccole società  cooperative sono iscrivibili solo se hanno adeguato lo statuto ai sensi della riforma del diritto societario. In mancanza di tale adeguamento la domanda è irricevibile.L' Albo si compone di due sezioni:nella prima si iscrivono le cooperative a mutualità  prevalente (L. 306 del 27/12/2004 di conversione del D.L. 266 del 9/11/ 2004)nella seconda le cooperative diverse da quelle a mutualità   prevalente (Decreto MAP del 15 marzo 2005).



  • Dove presentare la domanda

    La domanda deve essere presentata alla Camera di Commercio dove la società  ha la sede legale.



  • Iter della domanda

    L' Ufficio verifica la completezza formale della domanda e la inoltra al Ministero delle Attività Produttive.L' inoltro avviene con l' evasione del protocollo.La domanda di iscrizione deve indicare la sezione nella quale la cooperativa intende iscriversi nonch'è l' appartenenza ad una delle seguenti categorie:cooperative di produzione e lavorocooperative di lavoro agricolocooperative socialicooperative di conferimento prodotti agricoli e allevamentocooperative edilizie di abitazione, cooperative della pescacooperative di consumocooperative di dettaglianticooperative di trasportoconsorzi cooperativiconsorzi agraribanche di credito cooperativoconsorzi e cooperative di garanzia e fidialtre cooperativeIl MAP (Ministero Attività Produttive) attribuisce un numero di iscrizione alla cooperativa con l' indicazione della sezione di appartenenza.

    Il numero attribuito è comunicato in posta elettronica al soggetto che ha curato la spedizione telematica della richiesta di iscrizione unitamente ad una visura della cooperativa aggiornata con il numero attribuito.



  • Diritti di segreteria

    € 40

    Nel caso di presentazione congiunta con altra pratica del R.I. il diritto va corrisposto in aggiunta al diritto previsto per la singola pratica presentata.



  • Bollo

    L' imposta di bollo è dovuta ed è pari a 16,00 € , salvo si tratti di cooperativa esonerata dall' assolvimento dell'imposta di bollo (es. cooperative sociali) in base a normative speciali.Le cooperative edilizie NON sono esonerate dall' assolvimento del bollo.



  • Deposito annuale del bilancio

    In occasione del deposito annuale del bilancio la cooperativa è tenuta a compilare la apposita sezione del modello B per dichiarare la permanenza delle condizioni di mutualità prevalente. Per compilare il modello è necessario essere in possesso del numero di iscrizione all' Albo nazionale (ma in presenza di un deposito, con il numero di iscrizione non ancora assegnato da parte del Ministero, le cooperative possono utilizzare il numero convenzionale 'A000000').



  • Sanzioni

    La mancata iscrizione all' Albo è sanzionata dal Ministero.

    La mancata presentazione della domanda di iscrizione all' Albo comporta per la Cooperativa l' esclusione di ogni forma di agevolazione e, nei confronti della stessa, l' esercizio dell' azione di vigilanza per verificarne l' effettiva esistenza.



  • Come allegare gli atti alla pratica telematica
  • Come convertire un file in formato PDF/A (nota tecnica)
  • Autorizzare l'annullamento di una pratica sospesa o non ancora gestita/evasa dall'operatore telematico
    L'autorizzazione all'archiviazione delle pratiche telematiche sospese o non ancora gestite/evase, nel caso in cui chi intende autorizzare l'achiviazione riesca ad accedere alla pratica, può essere inoltrata tramite il "diario messaggi", all'interno della funzione di “Gestione Correzioni” della pratica stessa.

    Il testo dell'autorizzazione deve contenere le seguenti informazioni:
    • dati anagrafici del richiedente (nome e cognome)
    • in qualità di .... (legale rappresentante/titolare/notaio/procuratore speciale/commercialista incaricato/intermediario)
    • estremi della pratica di cui si autorizza l'archiviazione (va indicato il protocollo/anno o il numero di scheda pratica/codice pratica; se sono presenti più schede da archiviare, deve essere indicato il loro numero o il relativo codice pratica)
    • motivo dell'autorizzazione all'archiviazione (es. errato invio, pratica non regolarizzabile in quanto...).

    Se invece, chi intende autorizzare l'archiviazione della pratica telematica non riesc ad accedere alla pratica stessa dall'ambiente Telemaco, dovrà compilare in tutte le sue parti l'apposito modulo MO-DA21 - Modulo per autorizzazione all'archiviazione di pratica telematica presentata (e non ancora evasa) e successivamente inviarlo, dalla propria casella PEC, all'indirizzo PEC della CCIAA di Milano (protocollo.cciaa@mi.legalmail.camcom.it). 

    Per le pratiche telematiche già protocollate ed istruite e anche per quelle protocollate automaticamente non sono rimborsabili diritti e bolli.


  • Presentare modelli di rettifica di denunce o atti già registrati nel RI
    Per rettificare un’informazione errata contenuta nelle visure camerali occorre depositare un nuovo modello a rettifica del precedente erroneamente gestito.
    Per es. in caso di correzione di un mod.S5 occorre presentare un nuovo mod.S5 ecc. Le uniche eccezioni sono: in caso di correzione di mod.S1, presentare un mod.S2; in caso di correzione di un mod.I1, presentare un I2.
    Il nuovo modello deve essere compilato nel solo campo relativo al dato errato. Deve essere inoltre compilato anche il mod.XX-Note indicando il motivo della rettifica ed il protocollo precedente errato.
    Diritti di segreteria: € 30 per le società e € 18 per le imprese individuali.
    Per il deposito dei modelli di rettifica non deve essere prenotato alcun codice atto.


  • Dimensione e risoluzione file da allegare
    Per evitare il blocco dell'inoltro delle pratiche che contengono allegati di dimensioni troppo elevate, segnaliamo che:
    - gli allegati non devono avere dimensioni di più di 200 kbyte per pagina
    - la dimensione complessiva del deposito non può superare 9 megabyte
    - lo scanner deve essere impostato a risoluzioni non superiori a  100 - 200 dpi e, soprattutto, deve essere ridotto il numero dei colori (ne sono sufficienti due per un foglio in bianco e nero)






Approfondimenti










Attenzione a

 
Iscrizione Albo Cooperative:
Abolizione e sostituzione modulo C17

A partire dall’1 febbraio 2014 è entrata in vigore la nuova modulistica RI (versione 6.7) approvata con
Decreto Direttoriale del Ministero dello Sviluppo Economico del 18 ottobre 2013, che sostituisce la
precedente versione 6.6, definita con il Decreto del 29 novembre 2011.

La nuova modulistica, per l’iscrizione e le modifiche all’Albo delle Cooperative, prevede la compilazione
di un nuovo riquadro nei modelli S1 ed S2 (riq. 31).
 
Con il Modello S2, riquadro 31 è possibile denunciare la variazione della sezione/categoria di appartenenza da parte di una cooperativa già iscritta all'Albo. In questo caso non vengono applicati nè i diritti di segreteria nè l'imposta di bollo.
Codice Atto: A99 inserendo la descrizione " modifica sezione/categoria albo cooperative".


Adempimenti verso altre pubbliche amministrazioni

 



La tua opinione

Le informazioni in questa pagina sono state utili ?
Giudizio
Adeguate
 
 
9%
Migliorabili
 
 
39%
Inadeguate
 
 
52%