Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per rendere migliore la navigazione e per fornire le funzionalità di condivisione sui social network. Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati, su come disabilitarli o negare il consenso all’utilizzo leggi l’informativa. Proseguendo nella navigazione presti il consenso all’uso di tutti i cookie.Informativa Cookie policyOK


Attendere  Elaborazione in corso, attendere prego...

Impresa individuale di mediazione

Da Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi.

Adempimenti RI/REA

 


Le imprese individuali che iniziano l’attività di mediazione devono presentare la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA)  utilizzando la Comunicazione Unica al Registro delle Imprese nella cui provincia esercitano l’attività oppure, se esercitano l’attività in più sedi o unità locali, devono presentare una SCIA per ciascuna di esse al competente Registro delle Imprese.
La data di inizio attività deve coincidere con la data di presentazione della Comunicazione unica, che di norma, corrisponde con la data del protocollo automatico della ricevuta della Comunicazione unica.

Alla Comunicazione Unica dovranno essere allegati obbligatoriamente:

a) MODELLO "MEDIATORI" (MED) COMPILATO:
- nella sezione “SCIA”;
- nella sezione “Requisiti” indicando i  requisiti di idoneità previsti dalla legge per lo svolgimento dell’attività in argomento per il titolare di impresa individuale;
- eventuale sezione “Formulari” nel caso in cui l’impresa utilizzi già dalla data di avvio dell’attività i moduli o formulari.

Il modello MED deve essere sottoscritto digitalmente dal titolare dell’impresa individuale sia nel formato PDF che XML

Nel caso in cui il titolare nomini anche un preposto per l’esercizio dell’attività mediatizia questi deve essere immedesimato a qualsiasi titolo con l’impresa e l’atto di nomina è rappresentato dalla sua designazione contenuta nel modello intercalare “Requisiti” che dovrà essere allegato alla pratica con indicazione dei requisiti di idoneità previsti dalla legge.

L’obbligo d’iscrizione non sussiste per dipendenti o collaboratori adibiti a mere funzioni di segreteria e di amministrazione in quanto non svolgono attività utili o necessarie alla conclusione dell’affare.

La carenza della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (modello MED compilato nella sezione SCIA) rende irricevibile la comunicazione di inizio attività

b) MODELLO ANTIMAFIA AUSILIARE/L

c) LA SCANSIONE DELLA POLIZZA ASSICURATIVA A COPERTURA DEI RISCHI PROFESSIONALI ED A TUTELA DEI CLIENTI 

E' invece facoltativo allegare:

a) I FORMULARI (se allegati devono riportare il numero di Repertorio Economico Amministrativo (REA) e il codice fiscale dell'impresa

b) LA FOTO PER IL RILASCIO DELLA TESSERA DI RICONOSCIMENTO (in formato PDF/A)



OBBLIGATO AL DEPOSITO

Il titolare dell’impresa individuale che intenda iniziare l’attività di mediazione. E' obbligatoria la sottoscrizione digitale del modello MED da parte del titolare dell'impresa.

TERMINE

La segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) al Registro delle Imprese deve essere presentata lo stesso giorno in cui si inizia l’attività. 
Ai fini del Registro Imprese è possibile certificare esclusivamente la data di inizio attività corrispondente alla data di trasmissione della SCIA ovvero alla data di inizio legittimo dell'attività.



 



Allegati

 

Unitamente alla presentazione della pratica telematica devono essere presentati, in un file separato e sottoscritto digitalmente, i seguenti allegati obbligatori:

- Polizza assicurativa

Per l’esercizio dell’attività di mediazione è necessario costituire una idonea garanzia assicurativa a copertura dei rischi professionali ed a tutela dei clienti con
stipula di una polizza assicurativadella responsabilità civile per negligenze od errori professionali, comprensiva della garanzia per infedeltà dei dipendenti, il cui
ammontare minimo di copertura è fissato in euro 260.000,00 per l’impresa individuale.

La scansione della polizza o del certificato allegati alla Comunicazione Unica dovranno riportare:


-  la data di stipula che deve essere pari o precedente alla data di inizio attività
-  la sottoscrizione di entrambe le parti
-  l'ammontare minimo di copertura
-  la scadenza 


- modello Antimafia Ausiliari/L

Il titolare di impresa individuale che compila la sezione Scia  del modello Mediatori deve compilare anche il Modello Antimafia Ausiliari/L dichiarando che nei propri confronti non sono stati emessi i provvedimenti di cui all’art. 67 del Codice antimafia; contestualmente indica anche i nominativi di eventuali soggetti che ricoprono la qualifica di preposto alla gestione della mediazione per la stessa impresa e che quindi devono essere in possesso dei prescritti requisiti antimafia. Ciascuno dei seguenti soggetti, successivi al titolare  deve compilare e sottoscrivere il  ModelloIntercalare Antimafia Ausiliari /L


Potranno altresì essere presentati, ove previsti, i seguenti allegati facoltativi:

- Formulari


I formulari devono essere depositati al Registro Imprese prima dell'utilizzo e devono riportare il numero REA e il codice fiscale dell’impresa. Qualora vengano depositati con la comunicazione di inizio attività (e quindi prima che venga assegnato il numero REA) è possibile richiedere di allegarli in fase istruttoria una volta assegnato il numero di Repertorio Economico Amministrativo.

L'elenco dei formulari deve essere riportato nell'apposita sezione del modello MEDIATORI dove è possibile indicare fino a 5 tipologie di fomulari. Nel caso in cui i formulari utilizzati siano in numero superiore è necessario inviare una seconda pratica (con protocollo automatico, esente imposta di bollo e diritti di segreteria) specificando nelle note che si tratta di pratica abbinata ad un precedente protocollo per indicazione di un numero di formulari superiore a 5.

- Foto del titolare dell'impresa (e di eventuali preposti alla gestione della mediazione) per il rilascio delle tessere di riconoscimento


La foto deve essere allegata alla pratica telematica all'interno di un documento PDF/A e deve avere le seguenti caratteristiche:
- proporzioni circa 4 (altezza) : 3 (larghezza);
- deve mostrare interamente la testa e la sommità delle spalle;
- deve essere chiaramente identificabile il viso del soggetto in posizione frontale;
- non devono essere presenti altri elementi all'interno della foto;
- formato a colori o in bianco e nero.

- Dichiarazione (semplice) rilasciata dal titolare in caso di esercizio dell’attività di mediazione su più imprese o in più sedi della medesima impresa in cui comunica che l'attività di mediazione, pur essendo svolta in più imprese e sedi, è da lui direttamente svolta  con modalità che assicurano il rapporto immediato con i clienti e il rispetto delle prescrizioni della legge 39/1989.

- Permesso di soggiorno  (nel caso in cui l’attività di mediazione venga esercitata da cittadini extracomunitari)

Il permesso di soggiorno deve essere in corso di validità e deve riportare la motivazione del soggiorno - che deve consentire l'esercizio di attività imprenditoriale.
Se è stato rilasciato un permesso di soggiorno elettronico (PSE) senza indicazione del motivo di soggiorno occorre allegare dichiarazione sostitutiva di certificazione compilata nella sezione "altri stati fatti o qualità personali" che attesti il motivo del rilascio.
Se il permesso è in corso di rinnovo occorre allegare copia del talloncino della raccomandata inviata al Centro Servizi Amministrativi di Roma attraverso Poste Italiane in modo che siano leggibili la data di invio, il codice identificativo e la password. 


Costi

 

COSTI

Diritti di segreteria : euro 18
Imposta di bollo : euro 17.50

Diritto annuo


Importi dovuto per il rilascio della tessera di riconoscimento (se richiesta):

Diritti di segreteria : euro 25
Imposta di bollo : euro 16


I diritti di segreteria e l'imposta di bollo non sono dovuti se l'impresa che comunica l'inizio di attività è iscritta INATTIVA nel Registro Imprese e non vengono comunicate variazione rispetto ai dati presenti nella visura/certificato del Registro Imprese.



Poni un quesito da aggiungere a questa pagina

Per poter utilizzare questa funzione devi effettuare l'accesso al Wiki. Se non hai ancora l'accesso: Registrati.


FAQ

Nessun contenuto disponibile.





Casi particolari



MEDIAZIONE OCCASIONALE

Lo svolgimento del servizio di mediazione in modo occasionale o discontinuo è un’attività non imprenditoriale consentita temporaneamente, per un solo periodo
non superiore a sessanta giorni continuativi nel corso dell’anno, ed è subordinata all’iscrizione nell’apposita sezione del Repertorio Economico Amministrativo (REA) della persona fisica che esercita detta attività, fermo restando la sussistenza in capo a questa dei requisiti di legge e degli obblighi di legge sulla mediazione.
Al mediatore occasionale non viene rilasciata la tessera personale di riconoscimento.
Il mediatore occasionale che dovesse svolgere l’attività oltre il termine massimo dei sessanta giorni si troverebbe ad essere un mediatore “abusivo” la cui attività
sarebbe esercitata in violazione di legge (ovvero senza essere iscritto come impresa nel Registro delle imprese).

Cosa presentare


Il soggetto iscritto nella sezione speciale delle persone fisiche che esercita l’attività di mediazione occasionale deve presentare la segnalazione certificata di inizio attività utilizzando la Comunicazione unica all’ufficio Registro delle imprese nella cui provincia è ubicata la propria residenza.
Ill modello “Mediatori” dovrà essere compilato nella sezione “Scia - Moc” nella quale è indicata, a pena di irricevibilità, anche la data di cessazione dell’attività che deve avere quale termine ultimo il sessantesimo giorno successivo alla data di presentazione del modello in argomento.
La data di inizio attività del servizio di mediazione occasionale deve coincidere con la data di presentazione della Comunicazione unica, la quale, a sua volta e di norma, corrisponde con la data del protocollo automatico della ricevuta della Comunicazione unica


ATTIVITA' SVOLTA ESCLUSIVAMENTE ALL'ESTERO


Per il principio della territorialità della legge sono escluse dal possesso dei requisiti di idoneità di cui alla legge 39/1989 le imprese che svolgono le attività di mediazione
esclusivamente all’estero, anche se entrambi i soggetti del rapporto sono di nazionalità italiana.

Cosa presentare

La comunicazione di inizio attività non è soggetta a Segnalazione Certificata di Inizio Attività (Scia) pertanto è sufficiente la compilazione della modulistica.
L'esercizio esclusivo all'estero deve essere indicato nella descrizione dell'attività ("attività di mediazione (...) svolta esclusivamente all'estero")















La tua opinione

Le informazioni in questa pagina sono state utili ?
Giudizio
Adeguate
 
 
18%
Migliorabili
 
 
18%
Inadeguate
 
 
64%